Scritti

 Scritti teorici e questionari

 su 'altro' trovi scritti letterari

  

QUESITI SUL COUNSELING (ANCHE IN BASE AL TESTO DI MUCHIELLI)

 

 1-Secondo te, in quanto persona e professionaista, come si collega la preoccupazione di non essere accettato /a con il grado di accettazione di te stesso/a?

  2-Cosa ti sembra di non conoscere abbastanza di te stesso/a e/o del mondo che ti rende imprudente in alcune situazioni?

 3-Il tuo grado medio (considera il tempo di un mese) di distensione psicofisica (da 1 a 10)?

  4- Da 1 a 10, come valuti il tuo grado attuale di congruenza? In cosa individui un eventuale grado insoddisfacente?

 5-Cosa rende poco stabile (in genere) il ricordo attivo di un successo ?

  6-Da cosa te ne accorgi?

  7-Quando e da cosa ti rendi conto che una persona non sta parlando di un suo reale problema?

  8-Da cosa può provenire la paura della disapprovazione da parte degli altri?

  9-Cosa distingue l'azione di un / a Counselor da quella di un /a assistente sociale, un volontario/a, un genitore?

  10-Il contatto corporeo con il /la cliente secondo te è o no necessario in un Counseling sistemico -costruttivista-esistenziale? SI No in questo caso, in che tipo di Counseling è neecessario?)

 11-Quando una persona o un cliente hanno dei respingenti rispetto ad un contatto corporeo, a quale problematica pensi?

  12-Quando una persona o un cliente abbracciano con forza, stringono molto, esitano a sciogliersi dall'abbraccio, a quale problematica pensi?

___________________________________

Appunti su una visione del mondo

L' Associazione Fisher si muove con una visione del mondo di tipo dinamico che aggiorna e modifica in maniera vitale. Oggi il mondo, che ha visto enormi cambiamenti sul piano della innovazione tecnologica, presenta una grande arretratezza sul piano della conoscenza dell'essere umano dal punto di vista interiore, affettivo, creativo, energetico. Sembra grandemente cinico e violento, ma è anche aperto, accogliente, evoluto. Si tratta di scegliere tra modi di condurre la vita ormai prici di energia, e un nuovo paradigma, di interdipendenza di tutti i fattori, di complessità, di aspetti non prevedibili e ignoti.

 

L' Associaizone Inpiega un paradigma abbastanza unico, integrare e coniugare conoscenze diverse, orientali e occidentali, di carattere introspettivo evolutivo, curativo e creativo. Il nuovo paradigma sostiene che l'avanzamento dell'umanità può avvenire quando si riesca a unire le conoscenze 'oggettive' con una effettiva scienza della soggettività (Costruttivismo).

  Questo nuovo paradigma non può non contenere le scoperte di Einstein sulla relatività, le scoperte della fisica quantistica sull'indeterminazione e sulla teoria dei tempi e degli spazi paralleli, le scoperte psicodinamiche sugli scopi e gli intenti dell'inconscio, sia personale che collettivo e le affermazioni della psicologia umanistica, che mette al centro della 'cura' il soggetto e non la teoria. Impresa complessa, a noi abbastanza riuscita, impiegando forme originali ma efficaci. Nuovi, o meglio, unitari concetti della malattia, del benessere, della partecipazione, della relazione, del lavoro, della famiglia.Concetti aperti, con al centro la conoscenza e l'impiego ottimale dell'energia, la responsabilità, lo sviluppo di sentimenti di verità, positivi, assertivi, inclusivi.

 Proprio l'aspetto inclusivo risulta il più complesso, oggi coinvolge non solo le singole persone, ma le aziende, le istituzioni, la società, le organizzazioni religiose, scientifiche, artistiche, nonché la scuola e la ricerca. La dinamica dell'individuazione, cioè la ricerca di chi si è veramente (Jung) (Castaneda) comporta un lavoro costante di rimodellamento e cambiamento. I due estremi, l'individualismo egoico, e il collettivismo sprezzante dei valori personali, ne sono le pericolose derive, mentre l'efficacia di questo nuovo paradigma prevede che vi sia una integrazione flessibile tra la forma individuale, personale, e le esigenze di una struttura che comprende ma anche va oltre le esigenze personali.

 ________________________________________

FARE IL PUNTO SUL PENSIERO

 I tuoi pensieri sono (da 1 a 10)

 

 confusi

 isolati 

  collegati 

  diretti a degli scopi

  contraddittori

  volti al passato

  concentrati sul presente

  volti al futuro

  cupi

  leggeri

 costruttivi

  fissati su qualcosa

  indotti

  meccanici

  un esempio di pensiero negativo ricorrente

  un esempio di pensiero ozioso 

un esempio di pensiero positivo della cultura attuale

  sei soddisfatto del tuo modo di pensare?

  poco abbastanza molto

  se potessi cambiare o migliorare qualcosa nel tuo pensiero, cosa cambieresti?

_________________________________

     Interdipendenza e contestualizzazione

L'INTERDIPENDENZA DI VARI FATTORI NEL NOSTRO MODELLO DI APPROCCIO ALLA VITA UMANA:

IL CONTESTO DELLO SFONDO;
STRUTTURE  RELATIVAMENTE A-TEMPORALI,
ARCHETIPI DI COMPORTAMENTO, TEORIE
COSMOGONICHE OCCIDENTALI E ORIENTALI,CONCEZIONI RELIGIOSE E SPIRITUALI 

La civiltà umana che abita il Pianeta Terra è artefice di meravigliosi prodotti artistici,scientifici, spirituali, ma è anche lenta ad evolvere, non riesce a mettere in pratica la non-violenza, la reciproca collaborazione e il mutuo aiuto. Crediamo che, in ultima analisi. questo dipenda dalle conoscenze di base, dalle convinzioni e dai principi scelti per vivere. Possiamo riflettere su alcuni principi restrittivi che a livello, prima mentale e poi operativo, influenzano maggiormente gli esseri umani. Possiamo confidare che potrebbe essere possibile superare il principio della schemtica dicotomia di due elementi contrapposti e senza rapporto tra loro, che portano a realtà statiche e in continuo conflitto. Possiamo passare alla considerazione  che l'esistente, il 'vivente', è governato da almeno 3 forze, o tre principi, attivo, recettivo, e neutralizzante. I tre principi sono alla base della dinamica della vita, e da essi si snoda la complessità (vedi i 2 trigrammi dei Ching che compongono ognuno dei 64 esagrammi). Essi sono alla base di un io che governa la sua propria realtà inserita nel tutto, e non ne è meccanicamente inglobato,un io che non pensa più che, come forse era vero ai primordi della vita umana, 'non ce n'è abbastanza per tutti', ma che le risorse naturali e costruite dall'uomo, sono  sufficienti per tutti. Bisogna scegliere di mettere in piedi una organizzazione più o meno intelligente, e non  costruita sulla meccanicità dovuta alle antiche paure ancestrali, restie a scomparire.

  

                   TrasformAzioni 

inoizAmrofsarT

Osserviamo la realtà: il cervello ha una struttura tripartita, il cuore è composto da quattro parti, e l'equilibrio e il benessere sono possibili quando cuore e cervello lavorano in sinergia. Producono un 'corpo intelligente', cioè uno strumento in grado di fare, di operare, di stare bene senza danneggiare nessuno.Proiettando questa rappresentazione nei vari piani dell'esistenza, quello individuale e personale, quello di relazione, quello sociale e politico, si potrebbe avere un mondo migliore.Le vie al benessere consapevole sono moltissime, quelle efficaci contengono l'idea che l'evoluzione è un prodotto della crescita psicologica, energetica e spirituale, possibile mediante le numerose applicazioni di questi principi, che l'Associazione cerca di diffondere e praticare.

________________________________________

Una lettura esistenziale della tua vita

Da 1 a 10

Hai un progetto complessivo della tua vita?

Ti trovi bene con poche, tante, persone?

Leggi libri con quale frequenza?

Quanto tempo giornaliero trascorri sui social?

Hai amici che ti seguono?

Hai rimpianti rispetto al passato?

C'è un progetto che ti appassiona e che vorresti realizzare?

Come giudichi la tua capacità di ascolto?

Pratichi qualche aspetto creativo con continuità?

Hai un ideale spirituale o religioso?

Hai un idale politico e/o sociale?

Partecipi alla vita della tua città?

Ritieni che la tua vita abbia un significato?

Qual'è il maggiore disagio che stai vivendo (o che hai visssuto in passato?)

Come valuti la tua soria familiare?

Qual' è il settore della tua vita che ti rende più felice?

Che voto dai a te stesso/a?

_____________________________________